RENZO – 54 ANNI –

PRIMA

DOPO

Da quando avevo preso quei 15 chili in più non riuscivo più a piacermi davanti allo specchio e anche il mio rapporto con le donne iniziò a cambiare. Non ero più agile e prestante come quando correvo insieme a mio figlio Davide e anche esteticamente mi vedevo meno attraente di prima.

Ero così fuori forma che quando l’estate scorsa ho provato a correre di nuovo, dopo 3 anni di stop, mi sono subito infortunato al ginocchio destro e sono dovuto star fermo per 2 mesi filati. Sono ingrassato altri 10 chili.

Da allora ho provato a mettermi a dieta varie volte.  Prima la dieta del minestrone   ma avevo così fame che dopo 1 settimana ho smesso; poi ho provato la dieta di Lemme e niente risultati nemmeno dopo 3 settimane; allora un amico mi ha suggerito quella del gruppo sanguigno (sono A+) ma dopo 1 mese di sofferenza e meticolosità nella scelta degli alimenti da evitare ero più stressato di prima e pesavo uguale. Sono arrivato a fare colazione e cena con dei bibitoni o frullatoni che mi sembravo un astronauta dopo che una mia amica mi aveva convinto che fosse la volta buona. Ancora una volta un buco nell’acqua.

Finché un giorno ho incontrato Matteo, che è stato l’unico a darmi consigli pratici applicabili da subito e che mi hanno fatto calare 1 taglia già i primi sette giorni e poi nelle successive 10 settimane ho perso 14 kg e mezzi e non li ho più ripresi.

MARCO MONTELPARE – 48 ANNI –

“Non sei più un giovanotto!” – gridava mia moglie al telefono. Anche se amo correre, dopo che ho rotto il perone impigliandomi il piede destro su una rete mentre scavalcavo un cancello, ho dovuto smettere per 3 mesi che sono diventati 6 nel frattempo.

Non riuscivo più a giocare con mia figlia più piccola Giada perché ero ingrassato troppo e quasi non riuscivo a muovermi nonostante il dolore alla gamba fosse ormai scomparso da tempo. Oltretutto arrivavo la sera stanchissimo dopo una giornata lavorativa intensa.

Sono andato dalla nutrizionista che mi ha prescritto una dieta per dimagrire. Anche se mi impegnavo, per un uomo come me, sempre in giro e con poco tempo, era molto stressante riuscire a seguirla per bene. Allora ho cambiato nutrizionista e sono andato da un uomo. Professionista diverso ma stesso risultato, cioè nessuno. Allora ho deciso di andare da un medico specializzato in diete. Una brava persona, ci vedevamo ogni 3 settimane ma non riusciva a seguirmi  personalmente. Alla fine ho mollato anche lui.

Quando ormai avevo accettato il fatto di essere quasi obeso e non poterci fare niente, ho visto un video di Matteo che parlava dell’importanza di tornare in forma per il futuro dei propri figli, figlie nel mio caso, e dava dei semplici suggerimenti per tornare in forma in modo rapido e veloce anche se avevo poco tempo per allenarmi e senza morire di fame con la dieta. Questo è proprio quello che stavo cercando –  ho pensato dentro di me – e ho subito chiamato Matteo per iniziare la mia trasformazione. I suoi suggerimenti pratici e facili da mettere in pratica sin da subito in base alla mia situazione hanno rivoluzionato la mia vita completamente…

In sole 8 settimane sono riuscito a perdere 6 cm di pancia, a dimagrire 9 kg e a riprendere il tono muscolare che avevo perso dopo l’incidente; la cosa più bella e appagante, chiara sin dalle prime 2 settimane del programma, è avere ancora energia sufficiente la sera per poter giocare e passare più tempo di qualità con le mie 2 piccole gioie Giada e Silvia.

MARCO CARDARELLI 45 ANNI

Sono sempre stato un tipo robusto ma dopo 40 anni e un secondo  matrimonio ho iniziato anche a metter su pancia.

Un libero professionista come me che è sempre in auto dovrebbe aspettarselo che dopo un po’ lo stress, mangiare sempre al ristorante e nn avere tempo per fare nemmeno una passeggiata col cane ha delle conseguenze.

La più grave che ho avuto finora, per fortuna, è stato una strana domanda di mia figlia Elisa di 11 anni  una sera: “Papà, papà, sai che a scuola oggi la maestra Sara ha detto al bidello che muore prima degli altri perchè ha la pancia grande? Tu però stai sempre con noi, vero?”- disse con a fianco sua sorella Aurora.

A un certo punto mi vergognavo così tanto che mi inventavo  qualsiasi scusa pur  di non andare in spiaggia nei weekend e   farmi vedere dalle gemelline.

Da quell’estate di 4 anni fa ho iniziato la mia odissea tra iscrizioni in palestre mai viste, corsi di zumba, yoga e diete appese in giro per casa mai fatte. Visto che niente sembrava funzionare per   me, alla fine ho deciso di farmi seguire da un personal trainer per tornare in forma e buttare via quel grasso superfluo sulla pancia una volta per tutte.

Per  un po’ mi sono anche divertito a imparare nuovi esercizi, ma dopo 2 mesi di sedute e sudate massacranti la pancia non dava cenno di volersene andare. Allora il mio allenatore mi propose una dieta da seguire, e un pacco di integratori che mi avrebbero aiutato; diceva che mangiavo poco e male e che la colpa era solo mia che vanificavo gli allenamenti. Così ho provato anche quella soluzione. Se solo ci penso mi viene ancora da vomitare, non voglio mica diventare l’incredibile Hulk – pensai. Solo Dio sa quello che ho buttato giù. Un completo fallimento.

Quando ormai avevo perso la speranza ho conosciuto Matteo, che è stato diverso da tutte le persone che avevo mai incontrato fino a quel momento. Grazie alle strategie che mi ha suggerito sono calato 3 kg nella prima settimana e nei successivi 63 giorni sono passato dai 105 kg a 94 kg  e finalmente ho capito come non riprenderli mai più.