COME BRUCIARE GRASSO ADDOMINALE DOPO 40 ANNI

Come devi allenarti per dimagrire la pancia quando arrivi a 40 anni e hai poco tempo per disintegrare il grasso addominale più ostinato.

La pancetta non va via da sola.

Hai provato a fare tutto quello che facevi quando avevi 20 anni in meno per dimagrire la pancia:

  • Andare a correre tutte le sere per 3 settimane di fila
  • Andare a nuotare al mare o in piscina 3 – 4 volte a settimana
  • Iscriverti in palestra a un corso di gruppo
  • Iscriverti in palestra e farti fare la “scheda dimagrimento”

Hai provato anche altro:

  • Provato a mangiar “bene”
  • Comprato l’ultimo attrezzo che se fai questo esercizio 5minuti al giorno ti vengono gli addominali di schwarzenegger TM
  • Fatto gli esercizi dell’ultimo attrezzo che se fai questo esercizio 5minuti al giorno ti vengono gli addominali di schwarzenegger TM
  • La pancera magica che ti fa sudare solo la pancia (ma non brucia il grasso)
  • Le pillola magica che ti fa dimagrire
  • Varie ed eventuali

Mi dirai che te lo aspettavi che c’è qualcosa da fare e tra qualche riga scoprirai anche che non è nella lista sopra.

Chi sono in breve

Benvenuto amico mio. Se sei capitato qui e rimarrai avrò modo di farmi conoscere sempre meglio. Per ora posso dirti che il nome che mi hanno dato i miei genitori è Matteo Diomedi e aiuto gli uomini con più di 40 anni ritrovare l’energia dei 20 anni e a mantenerla per il loro benessere e quello della loro famiglia. Da quando a 21 anni ho quasi perso la vita in un incidente la mia vita è cambiata profondamente. Quando mio padre, imprenditore maturo, fu ricoverato in ospedale con i trigliceridi sopra 1.300 e stava per lasciarmi alla giovane età di 55 anni, ho deciso che avrei aiutato gli altri padri a ritrovare il benessere di un tempo per loro e per i loro cari.

In questo articolo scoprirai l’approccio giusto per calare la pancia una volta per tutte

Ti prometto che se leggerai attentamente questa breve guida, capirai perché sia importante l’allenamento per perdere la pancetta e mantenere il tuo benessere e quale è il più indicato per te in modo che puoi mettere in pratica da subito e iniziare a distruggere letteralmente quella pancia scomoda che odi.

L’approccio sbagliato per dimagrire velocemente la pancia.

  1. In prima istanza, ecco perché potresti avere difficoltà a perder grasso sulla pancia…

“Elimino solo un po’ di carboidrati, diminuisco le mie porzioni, e inizio ad allenarmi di nuovo…perderò un po’ di peso”

Hai mai sentito qualcosa del genere prima? Può darsi che lo hai pensato  tu stesso…

Questo approccio per perder peso sembra abbastanza semplice, ed è il piano generale che la maggior parte dei ragazzi dopo i 40 anni seguono quando cercano di perder peso.

Il GRANDE problema.

La stragrande maggioranza di questi uomini non riesce a sostenere la perdita di peso con questo approccio generale.

Decine di migliaia di ragazzi (forse anche voi stessi inclusi) stanno fallendo negli allenamenti perché non stanno seguendo un piano specializzato che segua un approccio multifattoriale per la perdita di peso per gli uomini sopra i 40 anni e che dia gli allenamenti specifici per il loro profilo.

La soluzione più efficiente ed efficace: allenamento ad alta intensità.

Se ti piace fare esercizi a corpo libero, senza attrezzature particolari allora l’allenamento ideale per un ragazzo come te che ha più di 40 anni e vuole devastare il tessuto adiposo addominale senza sedute massacranti in palestra è un allenamento ibrido con una miscela di esercizi ad alta intensità (se fisicamente te lo puoi ancora permettere) alternato da altri esercizi a bassa intensità.

Se invece sei un fan delle attività all’aria aperta come bicicletta, nuoto, corsa, sci, trekking e altre, sappi che la buona notizia è che puoi trasformarle anche loro in attività miste dove alterni l’alta intensità alla bassa intensità.

Che significa intensità?

L’intensità è la percentuale sul massimo carico, o sul massimo consumo di ossigeno o sul massimo battito cardiaco con la quale ci accingiamo ad affrontare un attività fisica.

Qualsiasi essa sia, e cioè, che coinvolge principalmente il sistema energetico anaerobico (attività con i pesi) oppure che include principalmente il meccanismo energetico aerobico (attività come la corsa o la bici).

L’intensità è uno dei 3 fattori che regolano gli allenamenti:

  1. Intensità
  2. Volume
  3. Frequenza

Ti suggerisco quantomeno di controllare ogni volta che vuoi allenarti per un periodo di tempo ben definito (ad esempio 1-3 mesi)l’equilibrio di tutti e tre per evitare di esporti a problematiche di sovrallenamento spesso dovuta a un inadeguato periodo della fase di recupero.

Strumenti necessari per allenarsi correttamente e bruciare grasso addominale in un lampo

Qui di seguito ti scrivo quelli che secondo me sono gli strumenti essenziali che dovresti sempre avere quando vuoi allenarti per raggiungere un risultato specifico.

In questo caso dove ad esempio vuoi allenarti per dimagrire la pancia velocemente devi scriverti e attrezzarti per essere sicuro di sapere ciò che stai facendo.

  • Cardiofrequenzimetro a fascia o senza fascia ma che sia attendibile. Ne trovi quanti ne vuoi a prezzi super economici su internet.
  • Abbigliamento sportivo in base allo sport che scegli. Una maglietta e una tuta lunga d’inverno e corta d’estate può bastare.
  • Scarpe adatte allo sport che vuoi praticare.
  • Diario di allenamento o app con il diario o un blocco note dove appuntare i tuoi progressi

Il cardiofrequenzimentro in effetti è l’unico strumento che forse più degli altri potresti non aver idea di cosa farci e te lo dico subito.

Serve per fare in modo che l’intensità di allenamento si asempre costante e che gli esercizi ogni paio di settimane progrediscano in maniera naturale secondo il progredire della tua forma fisica.

Esempio 1 sull’uso del cardiofrequenzimetro:

  • È un semplice orologio da polso
  • Lo accendi
  • Se non si accende cambia le pile
  • Se le pile sono scariche sostituiscile

Ora sei pronto. Fissi una frequenza massima teorica in base alla tua età che se ti piace questa formula potresti trovare facile fare in questa maniera:

FREQ MAX = 220 – la tua età (45 anni) = 175 BPM

Ora che hai la tua frequenza massima puoi allenarti ad una certa intensità e monitorare attraverso l’utilizzo dello strumento cardiofrequenzimetro la congruenza del tuo allenamento all’intensità che scegli.

Ho capito ma come faccio a sapere qual è l’intensità giusta per me Matteo e se mi aiuta a calare la trippa?

Ottima domanda. La risposta corretta è:

D-I-P-E-N-D-E

Per farla semplice diciamo che se ti alleni 4 volte alla settimane per un totale di 30’ sopra al 70% con picchi sopra all’80% della tua frequenza massima reale (non teorica) in 3 mesi o meno torni in forma che è una favola.

Ti basterà il cambio di taglia dei tuoi pantaloni a farti capire che l’allenamento che hai appena letto ti ha aiutato a dimagrire la pancia o meglio ancora ha trasformato quell’ammasso gelatinoso (a volte è anche durissimo per carità) che si era formato tra i tuoi occhi e le tue gambe in energia pura, calore o altre robe chimiche che hai donato all’universo.

Attenzione!

Proprio per rendere questo un viaggio verso la costruzione del giorno migliore di sempre, ti invito a leggere questo blog come se fosse qualcosa che vuoi raccontare a qualcuno a cui tieni e a tornare qui ogni volta che non ricordi bene un concetto perché voglio che sia per te una base solida da cui partire e dove puoi ritornare quando sei confuso.

Riepilogando

  • Il lardo accumulato non se ne va se non agisci immediatamente.
  • Il vecchio approccio taglia i carboidrati e fatti una corsetta non funziona per te.
  • Alta intensità alternata.
  • Allenamento specifico, semplice e veloce di circa 30’ che puoi fare dove e quando vuoi
  • Monitora i tuoi progressi

In ultimo ho sempre piacere di informarti che io sono qui per indicarti la via ma non mi alleno al posto tuo.

Pertanto se vuoi sbarazzarti di quella brutta pancia una volta per tutta inizia sin da ora a fare qualcosa per te e per il tuo benessere e per quello delle persone a cui tieni di più.

 

Lascia un commento…

Se ti è piaciuto questo articolo puoi lasciare un commento, puoi scrivere quali domande ti sono venute in mente con il bottone sotto e ti rispondo personalmente.

Info autore

Correlati

UNISCITI ALLA DISCUSSIONE